Pesca Sportiva: come praticarla per hobby

La pesca sportiva è molto diffusa in tutto il mondo, si tratta di uno sport vero e proprio che può essere praticato nelle località di mare, ma anche in quelle in cui ci sono fiumi d’acqua dolce o laghi. La particolarità della pesca sportiva sta nell’obiettivo che si pone il pescatore, infatti noi tutti sappiamo bene che la pesca è nata come metodo per procurarsi del cibo, ma la pesca sportiva è diversa, l’intento è quello di catturare i pesci, ma non necessariamente di ucciderli per ricavarne un alimento.

Sono infatti molto diffusi, all’interno degli ambienti della pesca sportiva, pratiche note come “No-kill” o ancora “Catch and Release”, secondo le quali alla cattura del pesce segue la sua liberazione, senza quindi uccidere l’esemplare catturato.

La pesca sportiva si può suddividere principalmente in 3 macrocategorie, ovvero quella di superficie, quella in barca e quella subacquea; la più semplice da praticare è quella di superficie poiché richiede semplicemente l’attrezzatura per la pesca, mentre la seconda richiede l’utilizzo di una barca, che non tutti hanno (certo potresti affittarla, ma i costi cominciano ad aumentare), ed infine la terza, quella subacquea, richiede un’attrezzatura specifica, nonché una preparazione maggiore.

Per chi vuole praticare la pesca sportiva come hobby ed è alle prime armi, la pesca di superficie è sicuramente quella più indicata. Tutti solitamente cominciano con questa tipologia di pesca, poi se ci si scopre dei grandi appassionati si può approfondire il discorso e magari pensare alla pesca in barca o a quella subacquea.

Per cominciare non c’è bisogno di un grosso investimento, per prima cosa bisogna capire dove si vuole svolgere la pesca, puoi cercare quali sono i posti più vicini a te dove è consentito pescare, magari aiutandoti con Google Maps e poi cercando informazioni sui vari siti dei comuni per verificare che non ci siano divieti di qualche tipo.

Una volta scelta la zona per la pesca, è importante scegliere un abbigliamento adatto, ci sono negozi specializzati che possono offrirti tutto l’occorrente, in particolare se scegli di andare a pescare lungo un fiume potrebbero essere necessarie delle scarpe adatte al suolo che circonda il fiume, mentre per le zone di mare solitamente la situazione è più tranquilla e potresti riuscire nell’impresa già con gli abiti che ti ritrovi in casa.

Ovviamente ti servirà anche una canna da pesca, delle esche, e altri piccoli accessori che potranno risultarti molto utili, ma che non sono comunque necessari. Non spendere cifre astronomiche per i primi acquisti, comincia con attrezzi economici e poi potrai decidere in futuro, se il tutto ti appassiona davvero, di spenderci qualche soldo in più. Se vuoi avvicinarti alla pesca sportiva come hobby, il mio consiglio è quello di rivolgerti a qualche negozio specializzato o a qualche amico che già la pratica, così da ricevere un’assistenza adeguata al tuo scopo ed evitare di acquistare materiale che prenderà solo polvere in casa.